Articoli

La “Genesi” di Sebastião Salgado a Forlì

Fino a Domenica 29 Gennaio 2017,  Forlì ospita la bella mostra di Sebastião Salgado organizzata nei suggestivi spazi di San Domenico, oramai storicamente dedicati alle iniziative espositive della città romagnola.

All’interno della chiesa ritroviamo il percorso che Salgado ha predisposto per lo spettatore, mettendolo alla prova con il suo segno incessante, ripetitivo, umano. Colpiscono certamente le immagini dal forte contenuto, ma il segreto sta nell’uso sapiente del bianco e nero, in un dialogo tra ambiente e uomo che finalmente appare così normalmente naturale.

Una bellezza assoluta, quasi di maniera se non fosse che le sequenze fotografiche denunciano con efficacia l’intoccabilità di un delicato equilibrio.

Il maestro fotografo ammonisce i visitatori che si fanno affascinare dalle numerose e suggestive inquadrature, ma li gratifica anche con impaginazioni perfette, suddivise nelle sezioni tematiche Africa, Santuari, Genesi, Amazzonia.

Il percorso si sviluppa con il passo dell’elefante, consapevole, imponente.  Le ritualità familiari e le tribalità dei gruppi, fanno apparire il motivo costantemente presente della semplice bellezza del corpo. Sicuramente una mostra da consigliare, come il libro DE MA TERRE A LA TERRE nella versione italiana edita da Contrasto nel 2016. Sebastião Salgado si racconta: il Brasile agricolo degli anni 50-60, gli studi giuridico-economici a Vitoria e la fuga in Francia per il colpo di stato del 1964.

Diamoci quindi appuntamento alla prossima iniziativa di questo irrefrenabile costruttore di immagini, ringraziandolo per i pensieri suscitati, per il rispetto e la determinazione con i quali ci racconta il destino dell’uomo.

maggiori info: http://www.mostrasalgadoforli.it/

,

CALENDARIO ITALIANO DELLE MOSTRE FOTOGRAFICHE DA NON PERDERE

Un viaggio dal Nord al Sud Italia tra le esposizioni fotografiche più interessanti da visitare da Dicembre 2016 fino al nuovo anno.

Milano

Per gli amanti della musica dei Pink Floyd la mostra “Behind “The Wall”, ideata e prodotta da Arteutopia, presenta  47 fotografie in bianco e nero di grande formato, realizzate da David Appleby sul set di The Wall di Alan Parker ( 1981), rivelano i retroscena di un film cult. Arricchisce la mostra una selezione di bozzetti e disegni originali del vignettista Gerald Scarfe. Luogo: Hernandez Art Gallery  – Dal 25 Novembre 2016 al 15 Gennaio 2017

David Appleby, The Wall

David Appleby, The Wall


La Triennale di Milano – Palazzo Dell’arte, presenta “L’ALTRO SGUARDO Fotografe italiane 1965-2015 “una selezione di più di centocinquanta fotografie e libri fotografici, provenienti dalla Collezione Donata Pizzi, per conoscere le più significative fotografe e fotoreporter italiane dalla metà degli anni Sessanta a oggi. La collezione unica nel suo genere in Italia, è composta da opere realizzate da circa cinquanta autrici appartenenti a generazioni diverse. Dal 04/10/2016 al 08/01/2017

Collezione-DO, Anna Di Prospero: Self portrait with my mother - 2011

Collezione-DO, Anna Di Prospero: Self portrait with my mother – 2011


“Ogni giorno viene prodotto un numero incalcolabile di fotografie, ma un’immagine che possa essere apprezzata come opera d’arte non è più frequente di una parola di poesia tra tutto quanto scritto.” Herbert List Contrasto Galleria, propone una mostra dedicata a Herbert List dal titolo “La spiaggia e la strada. Der Strand und die Straße. Opere, 1930-1955”: un percorso che si sviluppa a partire dagli anni Trenta del secolo scorso, e ne ripercorre la bellezza tramite alcuni degli scatti più celebri ed eleganti del fotografo tedesco. La luce calda e raffinata, propria di queste opere, sfiora paesaggi tipicamente europei: a partire dalla Germania, si passa per la Grecia fino ad arrivare in Italia e Spagna, mete particolarmente amate da List durante tutta la sua vita, fatta di numerosi viaggi nel Mediterraneo. Dal 28/09/2016 al 30/12/2016.

H. List, Goldfish bowl, Santorini, Grecia, 1937

H. List, Goldfish bowl, Santorini, Grecia, 1937


L’Archivio della Veneranda Fabbrica di Milano apre le sue sale al pubblico con la mostra “Il Duomo si racconta“, che prosegue nella Cappella Palatina di Palazzo Reale, Chiesa di San Gottardo in Corte. Una selezione di immagini d’epoca raccontano il Duomo tra il 1860 circa e gli anni Settanta del XX secolo consegnandoci molteplici punti vista e diverse angolazioni narrative di una Milano in mutamento tra Ottocento e Novecento. Luogo Archivio della Veneranda Fabbrica del Duomo / Chiesa di San Gottardo in Corte – Dal 24 novembre 2016 al 28 febbraio 2017

Archivio della Veneranda Fabbrica: Restauro della Madonnina, luglio 1967

Archivio della Veneranda Fabbrica: Restauro della Madonnina, luglio 1967


Pavia

Alla Residenza Universitaria Biomedica – Fondazione Collegio Universitario Santa Caterina da Siena, polo Cravino,  in occasione del 150° anniversario del trattato di amicizia Italia-Giappone, si apre la mostra “Un mondo allo specchio. Viaggio e fotografia nel Giappone dell’Ottocento”. 130 opere originali dell’epoca, comprendenti xilografie, libri, album e fotografie: dalle immagini su lastrine di vetro, alle stereofotografie, alle diapositive e 80 stampe all’albumina colorate a mano della Scuola di Yokohama, rappresentano la testimonianza fotografica della trasformazione del paese da società feudale a nazione industriale. Dal 25 Novembre 2016 al 25 Febbraio 2017

Stampa fotografica d'epoca giapponese

Stampa fotografica d’epoca


Torino

 La mostra “Around Ai Weiwei. Photographs 1983-2016“ presso il Centro Italiano per la FotografiaCAMERAmette in evidenza i diversi momenti del percorso artistico di Ai Weiwei, figura provocatoria e controversa, indagando non solo la sua poetica artistica dagli esordi fino ai giorni nostri ma anche il suo ruolo nel dibattito culturale, sociale e politico, cinese e internazionale. dal 27/10/2016 al 12/02/2017

Beijing Photographs-1993-2003 - The Forbidden City during the SARS Epidemic-2003

Beijing Photographs-1993-2003 – The Forbidden City during the SARS Epidemic-2003


Il Museo Nazionale Del Cinema – Mole Antonelliana propone Gus Van Sant – “Icone”, i film, i quadri, le fotografie di un artista e un cineasta, cavallo tra la grande produzione degli studios hollywoodiani e la scena indipendente americana più vivace ed interessante. dal 06/10/2016 al 09/01/2017

Gus Van Sant, Icone

Gus Van Sant, Icone


Il MEF – Museo Ettore Fico ha avviato un progetto triennale di presentazione al pubblico di una fra le più importanti raccolte di fotografia a livello nazionale: la Collezione Guido Bertero. Da Berengo Gardin a Giacomelli, Migliori, Patellani, fino a Ghirri e Fontana, senza dimenticare la stagione dei “paparazzi” alla Secchiaroli, questa collezione racconta la storia italiana, fra società e costume. Un fondo costruito negli anni con coerenza e acume critico che, fin dai primi anni, ha accostato i grandi nomi della fotografia italiana a quelli della fotografia internazionale come Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, Paul Strand, Walter Evans. La prima tappa di questo focus riguarderà la fotografia italiana del secondo dopoguerra con l’eposizione: Realismo neorealismo e realtà. Fotografie in Italia 1932-1968 – Dal 27/10/2016 al 29/01/2017

Carlo Cosulich: Nave-in-disarmo, 1953-1956

Carlo Cosulich: Nave-in-disarmo, 1953-1956


La Galleria Franco Noero – Carignano2 mette in mostra una serie notevole del fotografo Robert Mapplethorpe con i suoi celebri ritratti in bianco e nero di artisti e personaggi famosi, nature morte e  nudi scultorei. Dal 2 novembre 2016 – 11 febbraio 2017

Robert Mapplethorpe alla Galleria Noero

Robert Mapplethorpe alla Galleria Noero


“In prima linea. Donne fotoreporter in luoghi di guerra” è il titolo della mostra al Museo Civico D’arte Antica – Palazzo Madama. Quattordici donne “armate” solo della loro macchina fotografica, in prima linea nei punti caldi del mondo dove ci sono guerre, conflitti e drammi umani e sociali. Con coraggio, sensibilità e professionalità ci aiutano a capire, a non dimenticare, a fermarci a pensare. Una mostra costituita da 70 immagini scattate di giovani donne fotoreporter che lavorano per le maggiori testate internazionali e che provengono da diverse nazioni: Italia, Egitto, Usa, Croazia, Belgio, Francia, Gran Bretagna, Spagna. 06/10/2016 al 17/01/2017

Andreja Restek: Hungary-Serbia border

Andreja Restek: Hungary-Serbia border


Parma

l’Archivio-Museo CSAC Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università di Parma presenta un percorso espositivo rinnovato in sette delle sedici sezioni visitabili all’interno della suggestiva cornice dell’Abbazia cistercense di Valserena, a pochi chilometri da Parma: una selezione inedita di oltre 600 opere tratta dallo straordinario patrimonio di oltre 12 milioni di pezzi custoditi dallo CSAC e suddivisi tra le collezioni di Arte, Fotografia, Progetto, Media e Spettacolo. La cappella Foto-Grafia presenterà quindi un allestimento dedicato alle figure del dopoguerra, tra neorealismo, formalismo e fotogiornalismo: Nino Migliori, grande protagonista della storia dello CSAC, occuperà l’insula centrale, mentre sulle pareti si articoleranno i racconti dagli archivi Publifoto e Dessena Roma e Milano, Mario Giacomelli e Gualberto Davolio Marani, a restituire diverse ricerche e declinazioni della fotografia italiana dagli anni Trenta al secondo dopoguerra. Chiuderà L’archivio cresce, spazio dedicato alla presentazione delle più recenti donazioni agli archivi CSAC, tra cui quelle di Mario Cresci e Pino Pinelli.

Esterno del Museo CSAC di Parma

Esterno del Museo CSAC di Parma

Publifoto Roma: Emigranti al Consolato Venezuelano di Roma 1946

Publifoto Roma: Emigranti al Consolato Venezuelano di Roma 1946


Venezia

La Casa dei Tre Oci di Venezia riprende il proprio programma espositivo con due proposte dedicate ad altrettanti maestri della storia della fotografia: René Burri e Ferdinando Scianna. le sale dello spazio veneziano sull’isola della Giudecca accolgono le rassegne “René Burri. Utopia”, realizzata da Magnum Photos in collaborazione con Civita Tre Venezie e curata da Michael Koetzle, e “Ferdinando Scianna. Il Ghetto di Venezia 500 anni dopo”, curata da Denis Curti. La mostra dedicata a Ferdinando Scianna è frutto del lavoro fotografico realizzato su incarico di Fondazione di Venezia e realizzato appositamente per i Tre Oci in occasione del Cinquecentenario della fondazione del Ghetto ebraico a Venezia.   Dal 26 agosto 2016 all’8 gennaio 2017

Locandina evento René Burri e Ferdinando Scianna

Locandina evento René Burri e Ferdinando Scianna


Forlì

Presso la Chiesa di San Giacomo in San Domenico, la mostra “Genesi” di Sebastião Salgado, protagonista di un tour internazionale di grandissimo successo. Potente nella sua essenziale purezza, il messaggio di “Genesi” è incredibilmente attuale, perché pone al centro il tema della preservazione del nostro pianeta. Da Venerdì 28 Ottobre 2016 • Ore 15:00 a Domenica 29 Gennaio 2017

Sebastião Salgado, Brasil, 2005 - from Genesi

Sebastião Salgado, Brasil, 2005 – from Genesi


Genova

La mostra “Helmut Newton. Fotografie. White Women / Sleepless Nights / Big Nudes” presenta, per la prima volta a Genova, oltre 200 immagini di Helmut Newton, uno dei fotografi più importanti e celebrati del Novecento. Curata da Matthias Harder e Denis Curti e organizzata dalla Fondazione per la Cultura di Palazzo Ducale Genova in collaborazione con Civita e la Fondazione Helmut Newton di Berlino, l’esposizione è frutto di un progetto, nato nel 2011 per volontà di June Newton, vedova del grande fotografo. La rassegna raccoglie le immagini di White Women, Sleepless Nights e Big Nudes, i primi tre libri di Newton pubblicati alla fine degli anni ‘70, volumi oggi considerati leggendari e gli unici curati dallo stesso Newton. Nel selezionare le fotografie, Newton mette in sequenza, l’uno accanto all’altro, gli scatti compiuti per committenza con quelli realizzati liberamente per se stesso, costruendo una narrazione in cui la ricerca dello stile e la scoperta del gesto elegante sottendono l’esistenza di una realtà ulteriore, di una vicenda che sta allo spettatore interpretare. dal 14 settembre al 22 gennaio 2017

Helmut Newton: Sie kommen, Paris 1981

Helmut Newton: Sie kommen, Paris 1981


Roma

Al MACRO  la XV edizione di FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma, interamente dedicata alla città di Roma con il tema “Roma, il Mondo”.  Molte esposizioni a vocazione internazionale il festival è diventato nel tempo una scuola per tutta una generazione di giovani fotografi italiani in cerca di una visione complessa dalla quale attingere ed un punto di riferimento per il proprio lavoro. Dal 21 ottobre al  8 Gennaio 2017

XV edizione di FOTOGRAFIA - Festival Internazionale di Roma

XV edizione di FOTOGRAFIA – Festival Internazionale di Roma


Al MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo oltre 200 scatti compongono la mostra “Letizia Battaglia. Per pura passione”. Una retrospettiva ricca di provini e vintage print inediti provenienti dall’archivio storico della grande fotografa, insieme a riviste, pubblicazioni, film e interviste. Non solo “Fotografa della mafia” ma anche testimone della vita e della società del nostro Paese: Letizia Battaglia è riconosciuta come una delle figure più importanti della fotografia contemporanea non solo per i suoi scatti saldamente presenti nell’immaginario collettivo, ma anche per il valore civile ed etico da lei attribuito al fare fotografia. Dal 24 novembre 2016 – al 17 aprile 2017

Letizia Battaglia: Festa del Giorno dei morti, Palermo 1986

Letizia Battaglia: Festa del Giorno dei morti, Palermo 1986


Al Museo dell’Ara Pacis la mostra “Picasso. Images. Le opere l’artista il personaggio”, circa duecento fotografie sono il nucleo forte di Picasso images. Le opere, l’artista, il personaggio. La mostra delinea in modo inedito non solo il percorso di un artista eccezionale, ma anche il ritratto più intimo di un uomo che ha saputo costruire la propria fama mondiale. Dal 14 ottobre 2016 – 19 febbraio 2017

Locandina: Picasso. Images. Le opere l’artista il personaggio

Locandina: Picasso. Images. Le opere l’artista il personaggio


La Fondazione Terzo Pilastro – Italia e Mediterraneo e l’Ambasciata degli Stati Uniti d’America in Italia presentano la mostra personale del fotografo John R. Pepper dal titolo ‘Evaporations”. “John Pepper è un artista a tutto tondo, le cui significative esperienze nel mondo del cinema, oltre che del teatro, conferiscono ai suoi scatti il sapore delle pellicole neorealiste” Luogo: Fondazione Terzo Pilastro Museo – dal  22 novembre 2016 – 18 gennaio 2017

John R. Pepper: Russia

John R. Pepper: Russia


Napoli

La forza dei racconti presenti in  ”Senza Confini” di  Steve McCurry si inserisce sulla  scia  delle  precedenti  esposizioni  di  arte  contemporanea  internazionale  al  PAN  |  Palazzo  delle  Arti  Napoli,  in cui l’artista oltre  a  presentare  il  nucleo  essenziale  delle  sue  fotografie  più  famose insieme  ad  alcuni  lavori  più  recenti  e  ad  altre  foto  non  ancora  pubblicate  nei  suoi  numerosi  libri ,  mette  in  particolare evidenza  la  sua  attività di fotografo, impegnato “senza confini”  nei luoghi del mondo dove si accendono i conflitti e si concentra la sofferenza di popolazioni costrette a fuggire dalle proprie terre. Dal 28 ottobre 2016 al 12 febbraio 2017

Steve McCurry - Senza Confini, Napoli

Steve McCurry – Senza Confini, Napoli


Palermo

Steve McCurry: Icons“: le opere del grande fotografo in mostra alla Galleria d’Arte Moderna di Palermo racconta un cammino iniziato con la classica macchina fotografica a pellicola e che continua ancora oggi, accendendo i riflettori sull’esperienza di uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea. La mostra mette insieme quello che è forse il meglio della sua vasta produzione, per proporre ai visitatori un viaggio simbolico nel complesso universo di esperienze e di emozioni che caratterizza le sue immagini.  dal 15 ottobre al 19 febbraio 2017

Steve McCurry: Icons - Palermo: Herat, 1992

Steve McCurry: Icons – Palermo: Herat, 1992